Home / Percorsi di Sicurezza / 2002 / Normativa

Normativa

 

Attuazione della legge 21 dicembre 2001, n. 443, per la realizzazione delle infrastrutture e degli insediamenti produttivi strategici e di interesse nazionale

Nota

L’art. 15 comma 5 della legge prevede che con decreto del Ministro dell'interno siano individuate le procedure per il monitoraggio delle infrastrutture ed insediamenti industriali per la prevenzione e repressione di tentativi di infiltrazione mafiosa.

 

 

"Politiche per garantire il diritto alla sicurezza dei cittadini" -

“Sistema integrato per le politiche di sicurezza e di educazione alla legalità”. 

Nota

La legge sollecita la collaborazione con il sistema delle autonomie locali, l’integrazione delle politiche sociali e territoriali di competenza della Regione medesima e degli enti locali, con le politiche di contrasto della criminalità, di competenza degli organi statali. (art. 1)

Tra le altre cose, prevede:

  • la discussione annuale del consiglio regionale sulla relazione del Presidente della Giunta per le iniziative svolte in attuazione della legge;
  • l’istituzione di una conferenza regionale sulla sicurezza per individuare gli elementi di valutazione e stilare un piano di priorità;
  • l’istituzione  di un ’osservatorio regionale per le politiche integrate di sicurezza del quale fa parte un organo collegiale: il comitato di indirizzo sul quale si è pronunciata la Corte cost. con la sentenza n. 134/2004;
  • l’adesione, ex art. 6,  a Regione al Forum europeo per la sicurezza urbana, associazione internazionale con sede in Parigi, costituita fra Comuni, Province e Regioni d’Europa. 

“Interventi regionali per la promozione della legalità e della sicurezza”.

Nota

Ai  fini della promozione della legalità e della sicurezza la legge promuove iniziative e progetti tesi a realizzare un sistema integrato di sicurezza urbana (termine che comparirà in una legge nazionale solo nella     l. 125/2008 e d.m. 5 agosto 2008) e territoriale, nonché dell’ordinata convivenza della comunità veneta, privilegiando le azioni di prevenzione.

La legge prevede, altresì, l’Istituzione di un Osservatorio regionale per la sicurezza.